Concerto di Capodanno con la fisarmonica di Claudio Ginobi

https://www.genazzano.org/immagini_news/10-05-2019/1557493453-458-.jpg

Il 2014 si è aperto nella mattinata di Capodanno con "Una fisarmonica in concerto" di Claudio Ginobi nella chiesetta medievale di Santa Croce.

   "La fisarmonica negli ultimi 20 anni –ha detto il maestro Ginobi introducendo il concerto- ha avuto un'evoluzione tecnica e strumentale che gli ha permesso di eseguire opere per organo, le cui sonorità, per altro, gli si avvicinano". A dimostrazione di ciò il brano d'apertura è stato "Preludio, fuga e variazione in Si minore" di Cesar Franck, compositore e organista francese dell'Ottocento, seguito da "Le coucou" di Louis-Claude Dacquin, altro virtuoso dell'organo che visse in Francia nel Settecento. Claudio Ginobi, quindi, ha sostenuto che la fisarmonica è entrata a buon diritto nei conservatori italiani, pur essendo stata considerata uno strumento popolare. Sorprendente l'esecuzione della "Toccata e fuga in Re minore" di Johann Sebastian Bach, composta anch'essa per organo. Claudio_Ginobi

   Nel concerto, suddiviso in prima e seconda parte, Ginobi, diplomatosi al conservatorio di Santa Cecilia in pianoforte e fisarmonica, ha suonato brani di autori antichi e contemporanei come, oltre a quelli già citati, "Nives Parisienne" di Marco Aurelio Pisegna, "Amalgama" di Franck Angelis e la "Suite bulgara" di Viacheslav Semionov. Non è mancato un omaggio ad Astor Piazzolla con "Oblivision", anche se il brano più originale è stato "10 km al finestrino" di Luciano Fancelli, compositore e fisarmonicista, morto giovanissimo a 24 anni nel 1953, ma già noto agli ascoltatori della radio dell'epoca, che in questa composizione rende le impressioni del viaggio in treno fatto tutti i giorni per andare a scuola. Ultimo brano eseguito è stato il notissimo "L'italiana in Algeri" di Gioacchino Rossini.

   Il Concerto di Capodanno, "Una fisarmonica in concerto", ha costituito il penultimo appuntamento del programma "Natale 2013. Arte, cultura, musica, cinema, danza nei luoghi d'Arte", organizzato dall'assessorato alla Cultura dell'amministrazione comunale con il contributo della Provincia di Roma che avrà il suo epilogo nella "Serata Multiculturale. Le diversità riempiono i luoghi d'arte", sabato prossimo, 4 gennaio 2014, al Castello Colonna.

Torna su