Questo sito utilizza i cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina o continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies. Maggiori info: Privacy Policy e Cookie   -   Note Legali   -   Chiudi

Iscriviti alla Newsletter



Lo Statuto - Disposizioni diverse

PDF Stampa E-mail
Indice
Lo Statuto
Ordinamento strutturale
Istituti di partecipazione e diritti dei cittadini
Associazionismo e volontariato
Modalità di partecipazione
Difensore civico
Procedimento amministrativo
Attività amministrativa
Uffici
Personale direttivo
Il segretario comunale
La responsabilità
Finanza e contabilità
Disposizioni diverse
Tutte le pagine

 

TITOLO VI - Disposizioni diverse

ART. 89 - Iniziativa per il mutamento delle circoscrizioni provinciali
1. Il comune esercita l'iniziativa per il mutamento delle circoscrizioni provinciali di cui all'art. 133 della Costituzione, osservando le norme emanate a tal fine dalla regione.
2. L'iniziativa deve essere assunta con deliberazione approvata a maggioranza assoluta dei consiglieri assegnati.

 

ART. 90 - Delega di funzioni alla comunità montana
1. Il consiglio comunale, con deliberazione assunta a maggioranza assoluta dei consiglieri assegnati, può delegare alla comunità montana l'esercizio di funzioni del comune.
2. Il comune, nel caso di delega, si riserva poteri di indirizzo e di controllo


ART. 91 - Pareri obbligatori
1. Il comune è tenuto a chiedere i pareri prescritti da qualsiasi norma avente forza di legge ai fini della programmazione, progettazione ed esecuzione di opere pubbliche, ai sensi dell'art. 16, commi 14, della legge 7 agosto 1990 n. 241, sostituito dall'art. 17, comma 24,
della legge 127/97.
2. Decorso infruttuosamente il termine di 45 giorni, il comune può prescindere dal parere.

 

Art. 92  - Abrogazione
Con l'entrata in vigore del presente statuto è abrogato il precedente statuto , le successive modifiche ad esso e tutte le altre disposizioni con esso incompatibili.

Art. 93 - Entrata in vigore.
Dopo il controllo del Comitato regionale di controllo del Lazio, lo statuto è pubblicato nel bollettino ufficiale della Regione Lazio, affisso all'albo pretorio per trenta giorni consecutivi ed inviato al Ministero dell'Interno. Il presente entra in vigore decorsi trenta giorni dall'affissione all'albo pretorio.