Iscriviti alla Newsletter



Denominazione Comunale di Origine (De.C.O.)

Cos’è la De.C.O.

"Attraverso una semplice delibera il Sindaco certifica la provenienza di ogni prodotto della sua terra" così Luigi Veronelli spiegava la De.C.O.
Un'idea nata dal basso per valorizzare quegli immensi giacimenti enogastronomici che racchiude l'Italia. Risorse e ricchezze che appartengono alla terra, al proprio luogo d'origine.
E' il riconoscimento della tipicità di quei tanti prodotti agroalimentari che non rientrano, per motivi diversi, in altre forme di tutela. Una maniera per legare un prodotto alla sua terra, al suo Comune, al luogo dove esso si produce da sempre.
Protagonista di questa "certificazione" di tipicità, che è essenzialmente un mezzo di promozione, è il comune.
Il vero "giacimento" del Paese è costituito infatti dalla grandissima ricchezza di culture, di usi, di tradizioni che si possono incontrare negli oltre ottomila Comuni di ogni parte d'Italia.
Tra i 'giacimenti' più preziosi c'è di sicuro quello dei cibi, dei vini, delle mille e mille specialità della tradizione gastronomica locale. Non esiste posto, in Italia, dove manchi un esempio di questa nostra abitudine alla buona tavola, da sempre conosciuta e apprezzata anche all'estero.
È una richiesta infinita, che chiede soltanto di essere valorizzata, e che può fornire opportunità economiche sorprendenti.
Il nostro Comune con deliberazione del Consiglio Comunale n. 5 del 26 febbraio 2011 ha istituito la De.C.O. (Denominazione Comunale di Origine) per la valorizzazione delle attività e dei prodotti agro - alimentari locali e approvato il relativo regolamento.
 

 

Cenni storici sulle De.C.O. in Italia

 

  • Il fenomeno delle De.C.O. nasce a seguito della legge dell'8 giugno 1990 n. 142 che consente ai Comuni la facoltà di disciplinare, nell'ambito dei principi sul decentramento amministrativo, la materia della valorizzazione delle attività agro-alimentari tradizionali che risultano presenti nelle diverse realtà territoriali.
  • L'Anci, l'Associazione Nazionale Comuni Italiani, nel 2000 ha redatto una proposta di legge di iniziativa popolare recante: "Istituzione delle denominazioni comunali di origine per la tutela e la valorizzazione delle attività agro-alimentari tradizionali locali".
  • Giuristi e opinion leader sono intervenuti in merito all'opportunità dei Comuni di deliberare in campo di valorizzazione dei propri prodotti. In modo particolare si ricorda l'articolo del giurista Giuseppe Guarino sul Corriere della Sera del gennaio 2002 e la lunga battaglia intrapresa dal gastronomo prof. Luigi Veronelli per la diffusione delle De.C.O.
  • In sostanza Guarino e Veronelli hanno iniziato a fare riferimento anche alla legge Costituzionale n. 3 del ottobre 2001, che delega ai Comuni la podestà di emettere regole in campo agricolo.

Elenco Aziende De C.O. PRODOTTI GENAZZANESI

Vinicola Schiavella di Galli Giustina

Via Filippo Turati, 19  00030 Genazzano Roma
06 9579500

Pasta all’uovo da Nonita di Tempra Franca
Via Giuseppe Di Vittorio - Genazzano - RM

Soc. Coop. Agricola La Sonnina
Via Colle Mufiano  00030 Genazzano Roma
06 95570012

Forno San Giuseppe di Mastrapa Rodriguez Yamila
Via Dell'Acqua Santa 6
00030 Genazzano (RM) Italia

Antico Forno a legna di D’Attilia Maurizio
V. Statale Fiuggi Km 57
00030 Genazzano (RM)

Pizzeria al Corso di Panepuccia Gaetano
Corso Cardinale Vannutelli, 39 - 00030 GENAZZANO (RM)

L’angolo dei sapori di Ascenzi Carmela
piazza Giacomo Matteotti 3, 00030 Genazzano  - Tel: 06 9540255

Antico Forno Santandrea di Santandrea Massimo
Via San Paolo  00030 Genazzano

Azienda Agricola Fois Giovanni e Giacobbe
Via di Santa Cristina 00030 Genazzano