Iscriviti alla Newsletter



Premiati i campioni del calcio genazzanese

A consegnare i trofei, le medaglie e gli attestati offerti dall'amministrazione comunale alle due squadre dell'AUDACE GENAZZANO, che quest'anno hanno vinto il rispettivo campionato, raggiungendo risultati mai conseguiti nella storia del calcio genazzanese, Foto822rid1è stato il sindaco, Fabio Ascenzi, nel corso della cerimonia ufficiale tenuta nella sala multimediale del Castello Colonna, sabato 11 giugno scorso.

La solennità ed eccezionalità del momento è stata sottolineata dalla presenza dell'intera giunta e dei consiglieri comunali, così come la calorosità è stata testimoniata dai numerosi presenti in sala, alcuni dei quali vecchi giocatori che hanno atteso decenni per poter festeggiare il passaggio della prima squadra dell'AUDACE GENAZZANO dalla Prima Categoria alla Promozione e quella degli Juniores dal campionato regionale alla categoria Elite.

Foto823rid2"Con esaltazione e piacere –ha scritto da Roma l'ex calciatore Enrico Bernabei al sindaco- ho appreso della promozione della squadra di calcio della vittoria nel campionato di 1° categoria con passaggio al campionato di Promozione. Da ex atleta anni 1963/1966 ricordo con affetto i tempi agonistici con i compagni quali cap Ciprotti, Gasbarra, Trifogli, Ceccobelli, Tomino, Vannini ecc e nella squadra giovanile sig Francesco Rocca e il costante impegno dei dirigenti sig Rocchi, sig Ciprotti ed il tecnico sig Fedeli. Per tale risultato esprimo il mio più sincero e caloroso FORZA AUDACE GENAZZANO. La prego di far giungere ai componenti e agli atleti tutti le mie felicitazioni".

Il sindaco, Fabio Ascenzi, nel rinnovare gli auguri ai calciatori genazzanesi ha voluto ricordare l'impegno ed il folto gruppo di persone che in questi anni hanno sostenuto e seguito da vicino l'AUDACE GENAZZANO, la cui storia inizia nel 1919, quando società calcistiche ora ai massimi livelli nazionali non erano state ancora fondate, tanto per dire quanto questa passione sportiva sia radicata nella comunità cittadina.